Corsi per bagnini di salvataggio - Ulpia nuoto

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Corsi per bagnini di salvataggio


Il "Bagnino di Salvataggio" - La figura professionale

La "nascita" del Bagnino

Nel 1918 una circolare del Ministero dei Trasporti Marittimi e Ferroviari, imponeva alla Capitanerie di Porto del regno di fare obbligo a tutto il personale addetto agli stabilimenti balneari di comprovare l’idoneità nel nuoto, nella pratica del primo soccorso e della respirazione artificiale.
Le Capitanerie di porto si rivolsero alla S.N.S. che, dopo un propedeutico corso ed un esame di idoneità, rilasciava un brevetto di “Soccorritore di spiaggia”, antesignano del Bagnino di Salvataggio.
Si arriva successivamente ad ipotizzare la figura del Bagnino di Salvataggio che, vista la sua utilità, diventa, con Legge dello stato dei primi anni ’30, obbligatoria in tutti gli stabilimenti balneari.

Il Ministero delle Comunicazioni - Marina Mercantile con Foglio d'Ordine n. 43 del 6 maggio 1929 concede alla S.N.S. l'autorizzazione al rilascio del "certificato di abilitazione all'esercizio del mestiere di bagnino"



La figura professionale del "Bagnino di Salvataggio"

Il profilo
Il Bagnino di Salvataggio è in grado di:
- organizzare e gestire l’emergenza balneare in qualsiasi condizione;
- operare per la tutela dell’ambiente naturale interessato all’attività balneare;
- prevenire, promuovere, valorizzare, educare in tema di sicurezza balneare;
- gestire i rapporti con le Capitanerie di Porto, 118, altre associazioni/enti ai fini della sicurezza balneazione.

Formazione
Il Bagnino di Salvataggio è un professionista del soccorso altamente specializzato per attuare il servizio pubblico di vigilanza e di salvataggio.
I corsi di formazione della S.N.S. abilitano alla professione e preparano il B.d.S. alla gestione delle emergenze balneari.

Le competenze
L'insieme delle capacità e delle conoscenze che consentono di svolgere la professione di Bagnino di Salvataggio si distinguono in personali, relazionali, specialistiche:
1. Personali
· versatilità;
· apertura mentale;
· autonomia;
· sicurezza in se stessi.
2. Relazionali
· comunicatore;
· coordinatore;
· gestore di rapporti interpersonali;
· incline a lavorare in gruppo.
3. Specialistiche
· tecniche del soccorso in acqua (mare, fiumi, laghi, piscine);
· tecniche marinaresche (nodi marini, voga, ecc.);
· nozioni di meteorologia;
· tecniche di primo soccorso medico,
· norme comportamentali per il bagnante;
· norme legislative del settore.



Perchè diventare "Bagnino di Salvataggio"
I Bagnini di Salvataggio possono fare molto per la sicurezza degli altri, non solo dal punto di vista professionale, ma anche di aiuto concreto e di solidarietà, vivendo un’esperienza unica, di apertura verso il prossimo.
I giovani, attraverso i corsi della S.N.S., sviluppano la loro crescita personale creandosi una mentalità di approccio attivo nel volontariato di Protezione Civile, maturando il senso di responsabilità nei confronti dell’ambiente, acquisendo il senso della cittadinanza solidale e attiva.



Insegnamo molto di più di un mestiere!

Il Brevetto di Bagnino di Salvataggio non solo offre l'opportunità di un lavoro all'aria aperta, ma anche di svolgere un importante servizio a favore della collettività, attività di volontariato, di impegno sociale e di Protezione Civile.



Corsi e la didattica

Programma del Corso e didattica

Il corso per l'abilitazione alla professione di "Bagnino di Salvataggio" viene svolto da "Istruttori nelle Arti Marinaresche per il Salvataggio" della S.N.S. (vd. la Rete formativa) altamente qualificati e da un Medico.

Il programma del Corso si articola in lezioni teoriche e pratiche.
Diversi sono gli argomenti che, di volta in volta, vengono affrontati dagli Istruttori all'interno di specifiche lezioni formative (vd. Il regolamento degli esami). Oltre alle nozioni teoriche (meteorologia, ordinanza della Capitaneria di Porto, trattamento dell'acqua in piscina, etc.) gli allievi vengono preparati con prove pratiche (salvataggio a nuoto, voga, nodi, primo soccorso).

Al termine del periodo formativo i corsisti "aspiranti Bagnini di Salvataggio" sosterranno l'esame di abilitazione previsto dalla normativa vigente.



Non può, e non vuole, essere un corso di autoistruzione. L'allievo "aspirante Bagnino di Salvataggio", oltre alle conoscenze teoriche riportate sul manuale, dovrà anche frequentare il corso sotto la supervisione dell' Istruttore abilitato che lo addestrerà nelle attività pratiche che il mestiere richiede.

Il manuale è diviso in quattro parti:
- 1^: I pericoli per la balneazione;
- 2^: Tecniche di sorveglianza;
- 3^: Tecniche di salvataggio;
- 4^: Organizzazione e gestione del servizio di salvataggio.

Le tecniche, le metodologie di soccorso, i riferimenti normativi sono stati, per quanto è possibile, studiati ed aggiornati alla data di pubblicazione dell'opera.
Ma il campo del salvamento è in costante evoluzione ed è necessario che tutti, a partire dagli Istruttori, fino ai Bagnini di Salvataggio, si mantengano costantemente aggiornati sulle nuove tecniche ed evoluzioni sperimentate, facendo riferimento alle locali Sezioni Territoriali della Società Nazionale di Salvamento e ai suoi dirigenti.



Il kit didattico per il corsista

Il kit didattico per il corso di Bagnino di Salvataggio viene consegnato dal Direttore di Sezione (o dall'Istruttore)  ad ogni allievo/corsista regolarmente iscritto all'inizio del corso.

Si avvisa che dal 15 marzo 2012 il kit didattico dell’allievo iscritto al corso di “Bagnino di Salvataggio” è così composto:

- zaino

- lacciolo

- Manuale "Soccorso in ambiente acquatico - Manuale di primo soccorso per bagnini di salvataggio"

- "Manuale di Salvamento"

- pocket mask



Riconoscimento del Brevetto di "Bagnino di Salvataggio" della S.N.S.

La vigente normativa italiana prevede l’assunzione e la costante presenza del Bagnino sia presso gli stabilimenti balneari, sia presso le piscine pubbliche.

Il Brevetto di "Bagnino di Salvataggio" è rilasciato dalla Società Nazionale di Salvamento in forza di autorizzazioni e deleghe ministeriali e costituisce titolo professionale valido a tutti gli effetti di Legge.

I nostri corsi permettono di conseguire il Brevetto di "Bagnino di Salvataggio" valido per l’esercizio dell'attività professionale lungo il litorale marittimo e nelle acque interne (fiumi, laghi, piscine) su tutto il territorio nazionale.


Il brevetto di Bagnino di Salvataggio è valutato “titolo professionale di merito” per:

- L’arruolamento volontario nella Marina Militare (DM 01/09/2004, art. 8)
- L’arruolamento volontario nell’Esercito (dp. prot. n. M_D GMIL_02I3200085087 del 10/07/2006 - bando arruolamento V.F.P.1)
- L’attribuzione del credito formativo agli esami di Stato della Scuola Secondaria di 2° grado (DPR 23/07/1998 n. 323 art. 12 e DM n. 49 del 24/02/2000)
- L’impiego dei militari delle FF.AA. in compiti connessi al brevetto, la cui trascrizione matricolare è autorizzata dal Ministero della Difesa.

Il brevetto di Bagnino di Salvataggio
è riconosciuto titolo equipollente alla “prova di nuoto e voga” necessaria per il rilascio del Libretto di Navigazione -  iscrizione nelle matricole della “gente di mare” (dp. Prot. n.° 4135556 del 17/06/1998 Min. dei Trasporti e della Navigazione - Direzione Generale del Lavoro Marittimo e Portuale).

Il brevetto di Bagnino di Salvataggio
può essere trascritto nei fogli matricolari del personale militare dell'Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e per il personale della Polizia di Stato


 
Torna ai contenuti | Torna al menu